Attacchi di panico. Diagnosi

Test attacchi di panico

Test attacchi di panico
Scritto da Adriano Legacci

Test attacchi di panico. Assessment. Scale di misurazione degli attacchi di panico

Per l’assessment degli attacchi di panico vengono solitamente utilizzate scale dell’ansia di stato e di tratto, e test attacchi di panico specifici. Secondo Franceschina et. al. (2004) questo tipo di strumenti non è tuttavia utile ad individuare in modo standardizzato le caratteristiche degli attacchi e delle sue conseguenze sul piano cognitivo e su quello comportamentale.

Tra gli strumenti e i test che gli autori sopracitati ritengono più indicati per l’assessment degli attacchi di panico, vi sono:

  • Il Body Sensations Questionnaire (Chambless et al., 1984), attraverso cui è richiesto al soggetto di autovalutare le sensazioni somatiche associate all’attacco o alle sue fasi prodromiche;
  • L’Agoraphobic Cognitions Questionnaire (Chabless et al., 1984), attraverso cui è richiesto al soggetto di autovalutare le cognizioni che lo inducono ai comportamenti di evitamento.
  • Test attacco di panico Pagine Blu degli Psicoterapeuti. Ti proponiamo qui un semplice test per una rapida autovalutazione dei sintomi che potresti aver sperimentato e associato ad un possibile attacco di panico. Scopri se il disturbo di panico può essere un tuo problema. Non dimenticare che questo test attacco di panico è puramente indicativo e per nessuna ragione deve essere inteso come indice diagnostico.

Test attacchi di panico, diagnosi dell’attacco di panico e indicazioni terapeutiche non devono prescindere dall’esame del caso personale e possono essere effettuate e fornite esclusivamente su base individuale da uno specialista della salute mentale (psicologo, psicoterapeuta, psichiatra)

Sull'Autore

Adriano Legacci

Già direttore dell'equipe di psicologia clinica presso il poliambulatorio Carl Rogers e l'Associazione Puntosalute, San Donà di Piave, Venezia.
Attualmente Direttore Pagine Blu degli Psicoterapeuti.
Opera privatamente a Padova e a San Donà di Piave.
Psicoterapia individuale e di coppia.
Ansia, depressione, attacchi di panico, fobie, disordini alimentari, disturbi della sfera sessuale.
Training e supervisione per specializzandi in psicoterapia

10 Commenti

  • Salve vorrei esporre un problema e capire se si tratta di attacchi di panico o altro da più di due mesi mi capita che mentre guido mi assale un senso di paura mi sento la testa vuota e altre sensazioni che non riesco a capire attendo risposta grazie

    • Gentile Vincenza, da come descrive le sue sensazioni sembra che si tratti più di un forte stato di ansia che di un vero e proprio attacco di panico – che ha manifestazioni più severe e maggiormente invalidanti. Le manifestazioni che lei descrive possono sia regredire e scomparire che tendere ad accentuarsi. Faccia quindi attenzione a questi segnali. E’ importante provare a “decodificarli”, a comprenderne le ragioni. Evitando il rischio di una cronicizzazione o di un aggravemento dei sintomi.

  • Salve dott., vorrei sottoporle il mio problema, circa 8 mesi fa ho avuto un’attacco di panico, a seguito di questo attacco mi sono recato dal mio medico di base il qualche mi ha consigliato un psicoterapeuta, seguendo sue indicazioni il psicoterapeuta dopo diversi colloqui e compilazione di un test di personalità mi ha prescritto seroxat 15 mg, dopo 5 mesi sono sceso a 10, diciamo che a oggi le cose sono un po’ migliorate, riesco a lavorare e seguire i miei hobby tranquillamente ma ci sono giorni che mi sento come essere derealizzato, un senso strano a volte quasi pronto per un’attacco d’ansia che non arriva. Oltre chiaramente a parlarne con la mia psicoterapeuta volevo anche un suo parere. Ringrazio anticipatamente. Dimenticavo, la dott.ssa vorrebbe eliminare definitivamente il seroxat, passare a 5 mg e poi niente. Secondo lei visto quello che ancora sento ne vale la pena?

  • Salve, vorrei esporle il mio problema per capire se si tratta di ansia o di attacchi di panico. Quando sono particolarmente stressata, triste o stanca, mi capita di iniziare ad avere dei tremori alle mani, subito seguiti da un pianto immotivato e senso di soffocamento (come se fossi asmatica). Il tutto dura dai due ai cinque minuti. Se mai dovesse rispondere, la ringrazio in anticipo

    • Giorgia i sintomi descritti sono ascrivibili più ad un quadro accentuato di ansia in un contesto di “disturbo di conversione” che ad una tipica manifestazione di attacco di panico. I confini sono però sfumati. Piuttosto che attendere l’evolversi del quadro sintomatico per capire esattamente di che cosa si tratta le suggerisco di valutare la possibilità di parlarne con uno psicoterapeuta.

  • Buongiorno dottore, è da più di un mese che ho dei disturbi a livello di equilibrio, vertigini, senso di vuoto, tachicardia, sensazioni di paura per ogni minima cosa, sbalzi di pressione, ho fatto visita cardiologica tutto ok, secondo voi a cosa è dovuta questa tachicardia, giramenti di testa con avvolte leggeri mal di testa che passano da soli e vertigini più ad attacchi di panico, a cervicale o qualcosa di più serio….

    • Cara Mariangela,
      Per avere un quadro più completo avrei bisogno di vederla per un colloquio. Se nel suo caso sono da escludere cause organiche mi soffermerei a riflettere su quando e in che modalità avvengono tali disturbi, o meglio se sono associati ad un determinato momento della giornata o ad una situazione specifica o se avvengono regolarmente senza un’apparente causa scatenante. Le consiglio di rivolgersi all’aiuto di uno specialista in modo da indagare le cause psichiche di tali disturbi.

  • Salve Dott.,sono un uomo ormai 42enne ,dalla preadolescenza ho sempre sofferto di un ansia paralizzante, dovevo nascondermi quando arrivavano parenti o conoscenti. Confusione totale,sudorazione eccessiva anche a meno 50 gradi. Scherzo, ormai ci convivo con questo disturbo psicologico. Purtroppo molti giorni devo stare solo in camera. È molto complessa come Ansia Sociale, è accompagnata da una depressione maggiore, attacchi di panico spontanei quando riesco ad uscire, caldo, sudo,mi paralizza.Un giorno a Cagliari stavo per buttarmi in un cassonetto dell immondizia. So’ che chi lo leggerà riderà e farà bene, perché dobbiamo distruggere queste maledette paure, non esistono .Son frutto di fattori genetici o ambientali. Il mio caso gli comprende entrambi. Vi Prego, non pensatelo, ci son passato,ci sto’ passando e sinceramente la Fede in Cristo, l Amore di Maria, Dio e tutti i Suoi Santi, i Sacramenti, mi danno tanta Forza e Ringrazio il Signore anche per i farmaci. Purtroppo gli attacchi di panico spontanei sono duri ma passano e quando mi Abbandono a Cristo, Allora son Forte. Quanti tentativi di farla finita con alcool, Droga, Comunità il Cenacolo dove ho Conosciuto Cristo e Mammina Maria. Il mondo è malato,Cristo è il Medico Capo e ha tanti Aiutanti Credetemi.Pregate, anche se non vi trovate un senso.Oggi niente, domani un po’. Dopodomani un po’ di più. Dopo Ancora niente. Ma non importa. Perseverate e non dategliela vinta.Abbiamo tanti Angeli Custodi terreni,fidatevi del vostro psichiatra e del vostro psicoterapeuta e abbandonatevi a loro. Credetemi, solo così ne uscirete Vittoriosi. Beh io non proprio perché mai passerà, ma non importa, dobbiamo anche ridere e scherzare perché solo così riusciremo a Portare questa Croce che da sempre per qualcuno, lo so’ credetemi, ha sempre pensato: Nessuno può capirmi. Be’ anch’io la pensavo così. E quante overdosi. Ma lassù non mi volevano ancora. Che sfiga. No Ringrazio tanto i Medici che sempre mi han preso per i capelli e mi han Salvato. Non Perdetevi d Animo. Non Siete mai Soli. Un Abbraccio a tutti e che Dio vi Benedica

Lascia un commento